ARABIA SAUDITA: NUOVO TAGLIO ALLA PRODUZIONE

ARABIA SAUDITA: NUOVO TAGLIO ALLA PRODUZIONE
12mag - ulteriore taglio riyad

L’Arabia Saudita annuncia un nuovo taglio alla produzione di 1M di barili al giorno dopo i recenti accordi trovati dagli alleati OPEC ed OPEC+ per la riduzione della domanda, nella speranza che questa iniziativa possa essere seguita da altri membri del cartello.

TAGLIO ALLA PRODUZIONE DELL’ARABIA SAUDITA E PERPLESSITA’ DELLA RUSSIA

Il nuovo taglio alla produzione dell’Arabia Saudita dovrebbe essere seguito da altri membri del cartello mentre la Russia, dal canto suo, non prevede ulteriori riduzioni alla produzione rispetto a quelli concordati negli ultimi accordi. Probabilmente i rapporti con l’Arabia Saudita non sono ancora tornati alla normalità dopo gli scontri di marzo che hanno portato il petrolio a testare i minimi storici assoluti.

TIMORI PER UNA SECONDA ONDATA

Sebbene gli sforzi dei produttori nel taglio alla produzione abbiano portato una ripresa delle contrattazioni dei corsi del petrolio, i timori per una seconda ondata del Covid tengono in scaccoo i prezzi che rimangono fortemente sotto pressione.

Gli operatori non sono ancora convinti di una definitiva ripresa, soprattutto per i nuovi casi registrati a Wuhan e il secondo outbreak dichiarato in Korea del Sud.

Come vediamo, lo scenario resta decisamente incerto. E’ davvero ancora troppo presto per prevedere una ripresa o per azzardare analisi di medio/lungo periodo.

ANALISI CICLICA PETROLIO

12mag - grafico petrolio - arabia saudita nuovo taglio alla produzione
12mag – grafico petrolio

Dal punto di vista grafico, i corsi del petrolio hanno sicuramente perso lo smalto visto a fine aprile che hanno portato il WTI in area 26 e il BRENT in quota 31. Dopo i due cicli long, caratterizati da forte forza rialzista, i nuovi cicli hanno perso brillantezza muovendosi in territorio laterale gia da venerdì scorso.

Questo nonostante le scorte in calo di martedì e i dati leggermente positivi sull’occupazione americana che avrebbero dovuto essere movers rialzisti per i grafici del petrolio.

CICLO SETTIMANALE GRAFICO PETROLIO

Ci troviamo ormai nella seconda parte del ciclo che segue una prima parte molto blanda e laterale. Abbiamo una previsione di chiusura giornaliera intorno alle 20 di questa sera e la chiusura definitiva del ciclo per domani sempre in serata.

FORZA IN RALLENTAMENTO

La forza del ciclo non è ancora ribassista, ma con una prima parte cosi moderata è difficile prevedere scatti rialzisti di un certo livello, soprattutto perchè abbiamo il minimo del centrale sui prezzi del minimo di partenza.

Domani, in base ai movimenti di questo pomeriggio, potremmo avere ottime possibilità SELL dopo i dati sulle scorte nel caso in cui il ciclo vada a confermare debolezza rispettando le indicazioni portate dalla prima parte.

TRADING SELL

La tenuta delle resistenze 25.50/26.00 per il WTI e 30.50/31.00 per il BRENT saranno indicazioni ribassiste a partire dal pomeriggio con l’arrivo del tempo da short per la chiusura dei cicli giornalieri con target in prima serata.

Chiaramente, la rottura delle resistenze ci obbligherà a fermarci in attesa di nuovi sviluppi costringendoci ad attendere il post news di domani per cercare nuove possibilità operative.

Condividi sui social

Questo articolo ha un commento

  1. eric

    Il ritorno dello stregone 😉

Lascia un commento